Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Edoardo Dadone – estratto del “Capriccio detto dell’Ordalia”

Sono felice di farti ascoltare un estratto del “Capriccio detto dell’Ordalia” per Chitarra Battente composto da Edoardo Dadone.

Edoardo Dadone

Edoardo Dadone è un chitarrista compositore di Cuneo. Ha iniziato lo studio della Chitarra con Stefano Viada, diplomandosi presso il Conservatorio Ghedini di Cuneo col massimo dei voti e la lode nel 2010. Attualmente studia con Luigi Biscaldi

Ha frequentato corsi di perfezionamento con Leo Brower, Giulio Tampalini, Gianni Nuti, Roberto Masala, Lucia Pizzutel e Fabio Ardino.

Nel 2017 si è diplomato in composizione col massimo dei voti e la lode sotto la guida di Giorgio Planesio presso il Conservatorio Ghedini di Cuneo; attualmente approfondisce i suoi studi con Giorgio Colombo Taccani.

Come solista si è esibito in importanti stagioni concertistiche. Inoltre nel 2011 tiene a battesimo il “Concerto de Sancto Lucio de Coumboscuro” di Angelo Gilardino con strumentisti della RAI di Torino.

Tra le sue collaborazioni più importanti, il duo di chitarra con Christian Saggese e con i compositori Angelo Gilardino e Giorgio Colombo Taccani.

Inoltre è risultato vincitore di numerosi concorsi di composizione.

Il “Capriccio detto dell’Ordalia” per Chitarra Battente sola di Edoardo Dadone

Edoardo Dadone, durante il mese di maggio 2020, ha composto e a me dedicato il “Capriccio detto dell’Ordalia” per Chitarra Battente sola.

Già dal titolo il compositore mette in chiaro l’intento della composizione: un ordalia per la Chitarra Battente. E questo giudizio divino (Ordalia) sembra arrivare per la Chitarra Battente. E come durante le pratiche medievali, l’ordalia di fuoco e acqua, tra metallo incandescente e acqua bollente viene fuori tra le pagine di musica di Edoardo Dadone.

La composizione scopre così un nuovo carattere della Chitarra Battente sfruttando molto le sue risonanze e le sue armoniche.

Il brano si divide in 4 sezioni:

  1. Liberamente
  2. Tempo, misurato
  3. Allegro, con una certa incuria
  4. In frantumi

Ogni sezione sfrutta a pieno le risonanze e gli innumerevoli armonici della Chitarra Battente, creando incontri armonici del tutto nuovi. Il tempo e il ritmo, appoggiandosi al massimo sulle dinamiche dello strumento, fanno da elemento caratteristico per tutta la durata del brano.

Allegro, con una certa incuria dal Capriccio detto dell’Ordalia di Edoardo Dadone

Tra le quattro sezioni del brano, ho deciso di incidere e condividere in anteprima la terzaAllegro, con una certa incuria”. Il brano farà parte di un mio prossimo lavoro discografico per Chitarra Battente sola che man mano sta prendendo forma. Come già detto in precedenza, tra le varie composizioni, ci saranno anche la Suite Breve per Chitarra Battente di Kevin Swierkosz-Lenart e la “Sonatina Lucana” di Franco Cavallone.

Ma per ora non voglio svelarti altro e ti lascio gustare la mia incisione dell’estratto del “Capriccio detto dell’Ordalia” di Edoardo Dadone.

Per non perdere tutte le mie novità e quelle relative alle nuove musiche per Chitarra Battente ti invito a seguire il blog del mio sito www.marcellodecarolis.com. Ed anche le mie pagine Facebook, Instagram, Spotify ed iscriverti al mio canale YouTube.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Marcello De Carolis Chitarra Battente e Chitarra Classica

Marcello De Carolis

Musicista classico e popolare, Chitarrista classico e chitarrista battente.

Discografia

Prossimi Eventi

Seguimi su Facebook

Marcello De Carolis - Guitarist

Le ultime novità su Instagram

Iscriviti alla mia musical newsletter

Rimani sempre informato sulle mie news musicali, i prossimi concerti, produzioni musicali, discografia... e anche alcuni miei consigli sulla musica, sulla chitarra battente, chitarra classica e per tutto ciò che riguarda il mondo musicale.

it_ITItalian