Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Logic Pro x – impostazioni di base

Stai cercando un manuale Logic Pro X? Non sai bene come funziona Logic Pro X? Vorresti conoscere le principali impostazioni di Logic Italiano? Vuoi scoprire come usare Logic Pro X? Vorresti una Logic Pro X guida?

Tranquillo, sono Marcello De Carolis ed oggi ti mostrerò come impostare Logic alla prima installazione, vedremo come eliminare la Logic Pro X latenza e come impostare la Logic Pro x i/o buffer size.

Cos’è Logic Pro X

Innanzitutto capiamo insieme cos’è Logic Pro X. Logic è una DAW (Digital Audio Workstation), quindi un software che permette di registrare suoni, campionarli, per poi poter lavorare a tutta la post-produzione (mix e mastering). Dato che è un software proprietario di Apple per poterlo utilizzare devi per forza avere un Mac.

Logic Pro x png

Ma ora basta chiacchiere e spostiamoci al computer.

Creazione nuovo progetto in Logic Pro x

Dopo aver installato Logic Pro X la prima cosa da fare è creare un nuovo progetto.

Quindi si apre una finestra che ti chiede che tipo di tracce vuoi creare

Hai 5 possibilità:

  • Software Instruments: per registrare MIDI utilizzando le librerie di suoni di logic;
  • Audio: se vuoi registrare utilizzando la tua scheda audio e il microfono. Quindi hai la possibilità di decidere da quale input deve arrivare il segnale da registrare. Scegli l’output e inoltre scegli il numero di tracce che vuoi creare. E ancora scegli se caricare le patch di default che apre la libreria con i vari preset di Logic Pro. Puoi anche selezionare se utilizzare l’input monitoring (quindi se ascoltare il suono del microfono o dalla tua DAW).
  • Drummer: se vuoi registrare una batteria MIDI.
  • External MIDI: se vuoi registrare utilizzando un software esterno MIDI;
  • Guitar or Bass: se vuoi registrare una chitarra o un basso e quindi Logic ti carica le Patch di default e apre la libreria.

Quindi cliccando su create Logic ti crea il tipo di tracce che hai selezionato.

Impostazioni di base di Logic Pro X

A questo punto puoi accedere e modificare le impostazioni di base di Logic Pro X.

Per fare questo vai su Logic Pro e vai su Preferences e clicca su Advanced Tools. Puoi arrivare allo stesso punto cliccando sulla tastiera i tasti “command” “.” contemporaneamente.

Di default la voce “Show Advanced Tools” è disattivata. Attivandola si attivano le “Additional Options” e numerose funzionalità in più compaiono sulla schermata di Logic Pro X.

Additional Options

Io ti consiglio di attivare tutte le funzionalità delle “Additional Options” ad eccezione del Sorround.

Vediamole insieme:

  • Audio: attiva le funzionalità distruttive (che non puoi più tornare indietro dopo aver chiuso il progetto di Logic, e tutte le configurazioni avanzate di editing);
  • Surround: utile per le produzioni cinematografiche che hanno bisogno del suono a più uscite come il 5.1 e non in stereo;
  • MIDI: ti permette di utilizzare il MIDI e processarlo sia in input che in output;
  • Control Surface: permette di creare e di editare qualsiasi funzione di controllo;
  • Score: permette di utilizzare tutte le funzionalità per creare e modificare le partiture;
  • Advanced Editing: attiva tutte le funzioni avanzate per l’editing audio.
Advanced tools di Logic Pro x

Project Ending

A questo punto l’altra cosa da fare è andare in Preferences > General > Project Ending e qui inizi a selezionare alcune funzioni importanti:

  • Startup Action: puoi impostare cosa deve fare Logic Pro X al suo avvio;
  • Default Template: nel caso scegli all’apertura di avere un Template puoi selezionare qual’è il tuo template di default;
  • Poi ti chiede di selezionare se deve chiederti se, quando apri un nuovo progetto e ne hai uno aperto, se devi chiudere il progetto già aperto o lasciarlo aperto;
  • Inoltre ti chiede se, quando esporti come MIDI file, deve salvare le singole regioni come Formato 0;
  • Puoi selezionare quante versioni alternative deve salvare automaticamente;
  • Infine ti chiede di quante azioni puoi tornare indietro con l’undo (“cmd” “z”).

Audio Device

Andando avanti vai su Preferences > Audio > Device e trovi la parte più importante.

Innanzitutto devi attivare il Core Audio.

In seguito selezioni il device di output e quello di input

Nella casella sottostante puoi impostare il i/o Buffer Size.

Buffer size di Logic Pro x

Che cos’è il Buffer Size?

Il Buffer Size è un parametro molto importante che definisce il modo di lavorare della CPU del computer. Infatti indica alla CPU del Mac di quanto deve “anticiparsi” il lavoro andando però a discapito della latenza. Quindi più è alto il Buffer Size meno il computer sarà sotto sforzo ma sarà maggiore la latenza in ascolto delle tracce audio; viceversa più il Buffer Size è basso più saranno sfruttate le risorse del computer ma non ci sarà latenza nell’ascolto.

Quindi ora ti chiederai

A quanto impostare il Buffer Size?

La risposta a questa domanda non è univoca e dipende dall’attrezzatura a tua disposizione ed in particolare dalla tua scheda audio. Infatti se ne hai una di nuova generazione che ti permette di gestire l’ascolto del microfono o dello strumento collegato senza dover passare dalla tua DAW puoi tenerla al massimo, a 1024. Inoltre queste schede ti permettono anche di inserire solo in ascolto degli effetti come reverb, compressori ed equalizzatori tramite dei software che non producono latenza in ascolto.

Se invece la tua scheda non ti permette di monitorare il segnale di input sei costretto a passare dalla DAW e per poterti ascoltare in tempo reale devi per forza impostare il buffer size a 32 o 64. Potrai in seguito alzare il Buffer Size a 1024 quando passi all’editing e a tutto il processo di post-produzione.

Altre Additional Options

Andando avanti con le impostazioni trovi il Recording Delay che ti permette di impostare di quanti Samples Logic deve compensare il segnale da scrivere sul file. Ovviamente anche questo parametro dipende dalla tua attrezzatura. Se non sai come impostarlo fammelo sapere nei commenti e sarò felice di farti un nuovo articolo tutorial sul mio blog.

Il processing Threads ti consiglio di lasciarlo in automatico, così come il Buffer Range su Large. Il Multithreading puoi lasciarlo su Playback & Live Tracks, cambia davvero poco con l’altra modalità.

Il Summing puoi lasciarlo su High Precision (64 bit). 

Il ReWire Behavior ti permette di utilizzare il MIDI con dei software di suoni esterni, ma se non lo utilizzi ti consiglio di lasciarlo su Off per poter risparmiare un pò di CPU.

Funzioni di editing avanzato

Un piccolo trucco che potrà aiutarti in fase di editing è quello di avere il mouse che cambia funzione in base alla sua posizione sulla traccia audio.

Quindi se sei nella metà superiore resta mouse e quindi ti permette di selezionare e spostare la traccia audio a tuo piacimento; se sei nella parte inferiore diventa Marque Tool che ti permette di selezionare il punto di partenza della riproduzione, tagliare la traccia con un doppio click, o selezionare l’area da riprodurre o da copiare. E ancora andando all’inizio o alla fine della traccia nella parte superiore puoi creare il fade, mentre nella parte centrale puoi selezionare di mettere la traccia in Loop.

Per attivare queste funzionalità vai su Preferences > General > Editing e attiva le tre voci in Pointer Tool in Tracks Provides.

Attivare funzionalità avanzate mouse in logic pro x

Undo per I plugin su Logic Pro X

Altra funzionalità molto importante per quando ti troverai a fare mix e mastering è quella di attivare la funzionalità di Undo anche per i plugin. Infatti di default in Logic Pro X se fai delle modifiche ai parametri dei plugin o ai fader o alle mandate (bus), se clicchi sulla tastiera “cmd” “z” le modifiche da te apportate non cambieranno, ma cambierà la tua ultima azione di editing. Se invece vuoi attivare questa funzione devi digitare sulla tastiera “cmd” “option” “z”. Accederai così alla finestra della storia del progetto e in “Include Parameter Change From” attivi le voci “Mixer” e “Plug-In”. Così quando modifichi un parametro di un plug-in o il fader e poi clicchi “cmd” “zannullerai la tua ultima azione, qualsiasi essa sia.

Le mie impostazioni di View

Ciò che ti potrà aiutare molto nel lavoro in Logic Pro X è quella di impostare le funzioni da visualizzare nella tua finestra. Infatti tutti i tasti che visualizzi nelle tue finestre sono personalizzabili. Ma ovviamente ognuno di noi ha delle funzionalità che vorrebbe visualizzare ed altre che invece non utilizza

Control Bar e Display LCD

La prima cosa da personalizzare è la Control Bar e il display LCD.

Puoi fare questo semplicemente cliccando sulla freccia verso il basso a destra del display LCD e selezionare le diverse modalità di visualizzazione. Io ho selezionato la funzione Custom ed ho attivato i seguenti parametri cliccando su “Customize Control Bar and Display”:

Personalizzare control bar
La mia control bar di logic

Display View:

  • Library: per visualizzare la libreria di suoni;
  • Inspector: per “ispezionare” la traccia audio e la regione selezionata;
  • Quick Help: per scoprire a cosa serve un determinato tasto;
  • Toolbar: per attivare la toolbar che dopo ti spiegherò;
  • Smart Control: apre il controllo smart dei plug-in;
  • Mixer: per aprire il mixer;
  • Editors: per aprire l’editor ed editare le regioni;
  • List Editors: per vedere la lista delle tracce audio e MIDI utilizzate;
  • Note Pad: per prendere appunti come in un block-notes;
  • Apple Loops: per aprire il Browser dei vari Loops disponibili;
  • Browsers: per aprire il browser di Logic Pro X.

Transport:

  • Go to Left Locator: per mandare il cursore all’inizio del loop;
  • Go to Right Locator: per mandare il cursore alla fine del loop;
  • Rewind/Fast Rewind: per mandare il cursore di una battuta indietro;
  • Forward/Fast Forward: per mandare il cursore di una battuta avanti;
  • Stop;
  • Play;
  • Record: per registrare;
  • Cycle: per attivare o disattivare il loop.

LCD:

  • Custom: per avere il display LCD come preferisci;
  • Position (Time/Beats): per visualizzare la posizione del cursore sia nel numero di battuta che nella durata temporale;
  • Locators (Left/Right): per visualizzare tra quali battute è impostato il loop;
  • Sample Rate or Punch Locators: per visualizzare a quale sample rate è impostato il progetto o, quando attivo, a quali battute è impostato il Punch per la registrazione;
  • Tempo: per visualizzare a quanto è impostata la velocità del progetto;
  • Time Signature / Division: In alto indica il tempo a cui è impostato il progetto e in basso la divisione da visualizzare nella griglia della timeline;
  • Key Signature / Project End: per impostare la tonalità del brano e visualizzare a quale battuta finisce il progetto;
  • Performance Meter (CPU/HD): per visualizzare a quanto stanno lavorando la CPU e l’Hard Disk.
i diversi display lcd di Logic Pro x

Modes and Functions:

  • Autopunch: per selezionare la funzionalità di registrazione di autopunch;
  • Set Punch In/Out Locator by Playhead: per decidere da dove iniziare e dove finire l’autopunch per la registrazione in base alla posizione del cursore;
  • Low Latency Mode: nel caso hai attivi plugin che creano latenza li disattiva in automatico quando registri;
  • Set Left/Right Locator by Playhead: per impostare da dove iniziare e finire il loop in base alla posizione del cursore;
  • Tuner: un accordatore può sempre essere utile;
  • Count In: per impostare quante battute prima deve iniziare il play quando avvii una registrazione;
  • Click: per attivare o disattivare il metronomo;
  • Master Volume: il fader del master, utile da tenere sempre sott’occhio.
Le diverse funzioni di View della control bar

La Toolbar di Logic Pro x

Come ti dicevo prima un’altra funzione che può aiutarti molto è la Toolbar.

Se l’hai attivata nella Control Bar ti basta cliccare sopra sul suo Tool e si aprirà.

Per personalizzarla ti basta cliccare con il tasto destro del mouse su qualsiasi punto della Toolbar e cliccare su “Customize Toolbar”.

Si aprirà così la finestra per personalizzare la toolbar.

Ecco le funzioni che ho attivato:

  • Groups: per visualizzare le opzioni dei gruppi;
  • Group Clutch: per attivare o disattivare i gruppi;
  • Track Zoom: per ingrandire la traccia che hai selezionato;
  • Split by Locators: per tagliare la traccia audio in base a dove hai impostato il loop;
  • Crop: per tagliare le tracce in base alla posizione del loop;
  • Stretch to Locators: quando hai attivo il flex, per strecciare la traccia dentro la regione che hai impostato come loop;
  • Join: per incollare delle tracce audio separate;
  • Move to Track: utile per quando hai più take nella stessa traccia, ti muove la regione audio selezionata nella traccia principale;
  • Move to Playhead: sposta la regione selezionata sul cursore del play;
  • Nudge Value: per spostare in avanti o indietro la regione selezionata per il valore da te impostato;
  • Lock/Unlock SMPTE: per bloccare o sbloccare una traccia audio per evitare spostamenti accidentali;
  • Repeat Section: per quando lavori con i Marker o gli Arrangment, per ripetere un Marker o un Arrangment;
  • Cut Section: per tagliare una sezione di Marker o Arrangment;
  • Insert Section: per inserire una nuova sezione tra due sezioni già esistenti;
  • Insert Silence: per inserire una sezione di silenzio tra varie sezioni;
  • Shuffle: per “calamitare” una traccia audio alla precedente o alla seguente;
  • Previous/Next Marker: per mandare il cursore al prossimo o al precedente Marker;
  • Set Locators: per impostare la regione di loop in base alla traccia selezionata.
impostazioni toolbar

Queste sono solo le principali impostazioni di Logic Pro X alle quali sono arrivato dopo anni di utilizzo.

Tu come utilizzi Logic Pro X? Hai delle funzioni che hai impostato diversamente? Hai dei dubbi o delle domande? Fammi sapere tutto nei commenti qui sotto.

Ciao, grazie per l’attenzione, spero che questo mio video ti sia stato utile. Se non vuoi perderti tutte le mie novità e i miei consigli sul mondo Apple ti invito a seguire il mio sito www.marcellodecarolis.com, iscriverti alla mia newsletter per restare sempre informato sulle novità del mio blogiscriverti al mio canale YouTube e seguire i miei social FacebookInstagram, e Spotify.

18 risposte

  1. Ciao, grazie x le tue spiegazioni. Purtroppo ho un problema da oggi. Ho importato una traccia audio mp3 di una canzone della durata di 4 minuti ma dopo averla importata è diventata di un minuto ed è come se la canzone sia stata compressa, c’è ancora tutta ma suona velocissima. Non ho la più pallida idea di cosa possa essere successo. Fino a ieri non mi dava alcun problema. Puoi aiutarmi? Io ho logic 10.3.2

    1. Ciao Rossana,
      Hai attivato la funzione di flex e quindi la traccia che inserisci viene velocizzata. Devi disattivarlo.
      Premi sulla tastiera “cmd” “f” vedrai apparire al fianco della traccia audio un nuovo pulsante che di sicuro è attivo, ora devi solo disattivarlo e la tua traccia tornerà normale.

  2. Ciao,
    Ho provato a fare come mi dici tu, ho tolto il flex ma il risultato non cambia. Posso farti un mini video di quello che faccio x farti capire ma non saprei dove inviarlo. Ho provato anche ad importare file mp3 diversi e me li velocizza tutti…aiutoooo

  3. ciao buongiorno marcello, ho una cosa da chiederti. uso Logic Pro x da un anno e lo conosco abbastanza bene, ma ultimamente c’è un problema fastidioso che non so risolvere, che mi sembra prima non ci fosse. come se avessi modificato inavvertitamente qualche settaggio. premendo stop vorrei che il cursore si arrestasse nel punto dove si trova e con play ripartisse da lì. invece mi torna sempre a capo impedendomi di lavorare sul punto della traccia in cui sono. come posso risolvere? ti ringrazio in anticipo della tua cortese risposta. andrea

    1. Ciao Andrea, grazie per avermi contattato.
      Hai semplicemente cambiato (forse inavvertitamente) le impostazioni di play.
      Con il mouse vai sul pulsante del play in alto a sinistra del display LCD, cliccaci sopra con il tasto destro del mouse (oppure tieni premuto con il tasto sinistro), ti si aprirà la finestra delle impostazioni di play e quindi togli la spunta su “play from last locate position”. di default la spunta deve stare solo sui primi due: “Play from marque selection” e “Play from cycle”.
      Così risolverai di sicuro.
      Buona musica.

  4. Grazie per le info!!! Vorrei chiederti questo: mi è scomparso il cursore del volume di una traccia su cui stavo lavorando. Sono alle prime armi e devo avere attivato incidentalmente qualcosa. Ora c’è un puntino verde che brilla …. ma niente cursore. Cosa dovrei fare ? Grazie e spero di potere leggere ancora info su questo programma.

    1. Ciao Davide,
      Se stai parlando del fader del mixer credo sia impossibile farlo scomparire, forse ti riferisci al fader delle tracce a sinistra della timeline. se rimpicciolisci quella parte o rimpicciolisci le tracce perché ne sono tante scompare il fader per questioni di spazio e vedi solo il Led che si accende quando la traccia suona.
      Se non è questo mandami uno screen.

  5. Ciao Marcello, sto usando Logic da qualche mese per provare a registrare dei pezzi. Improvvisamente il volume di registrazione del mio microfono è diventato molto più basso e riesco a raggiungere i valori delle precedenti registrazioni soltanto attraverso la normalizzazione della traccia. Cosa può essere successo??

    1. Ciao Duccio. Sono sicuro che il tuo problema non dipenda da Logic.
      Molto probabilmente hai impostato un pad nella scheda audio o nel preamplificatore.
      Ti consiglio di riguardare la catena che va dal microfono al computer.

      1. Grazie Marcello! Ho provato a staccare il mixer e registrare utilizzando il microfono integrato. Purtroppo il risultato non cambia. Se non è un problema di Logic può essere un problema del mio Mac??

        1. Ciao Duccio..Credo che sicuramente non è un problema del tuo mac o di Logic (purché parliamo di hardware e software originali).
          Quale microfono integrato?
          Potresti spiegarmi la tua catena di registrazione? Cioè che microfono, eventuale pre, scheda audio, utilizzi?

  6. Ciao Marcello, mi chiamo Antonio e vorrei chiederti qualche delucidazione sulla funzione delle c.c. “Take folders”; sto progettando una traccia di batteria e vorrei avere diverse interpretazioni di un determinato ritmo afro per poi scegliere come combinarle: quindi non sono interessato, in questa fase, a disporle in sequenza, quanto piuttosto a raggrupparle in un unico contenitore per poi combinarle, successivamente, in base alle intenzioni del momento.
    tutte le regioni hanno la stessa durata (quattro misure in 3/4) e la composizione avviene step by step, cioè inserendo le note col mouse e regolando successivamente i parametri nel piano roll.
    Detto questo mi chiedo se la funzione take folder possa essere utilmente impiegata a questo scopo.
    Puoi aiutarmi?
    Grazie
    Antonio Fernicola

    1. Ciao Antonio, certo che puoi farlo.
      Scrivi la tua regione MIDI della traccia Midi, poi crei una nuova take (puoi farlo con il comando rapido da tastiera cmd+option+control+N) e si crea la nuova take. Fanne tutte quelle che vuoi, poi le mostri tutte come ho spiegato nel mio tutorial e tagli e mandi nella stessa traccia i frammenti che ti servono.

  7. C’è un modo dopo aver creato dei marker che a fine di ogni marker la Tracia si stoppa è solo riparte quando io gli do il comando ??? Grazie

    1. Ciao Claudio. Puoi fare quello che dici con il Marque tool, selezioni l’area da ascoltare e quando arriva alla fine dell’area selezionata si blocca. Quando schiacci nuovamente play riparte dall’inizio della selezione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla mia musical newsletter

Rimani sempre informato sulle mie news musicali, i prossimi concerti, produzioni musicali, discografia... e anche alcuni miei consigli sulla musica, sulla chitarra battente, chitarra classica e per tutto ciò che riguarda il mondo musicale.

it_ITItalian