Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Perché comprare AirTag Apple?

Perché comprare AirTag? AirTag cos’è? AirTag come funziona? Come posso utilizzare gli AirTag? AirTag come configurare?

Se ti stai ponendo queste domande sei nel posto giusto.

Sono Marcello De Carolis e oggi ti mostrerò come utilizzo gli AirTag ormai da mesi, dopo l’uscita sul mercato Italiano. Forse ti chiederai: ma gli AirTag sono usciti mesi fa, Marcello solo ora si ricorda di parlarne? Domanda legittima, ma il mio “ritardo” è voluto dato che ho preferito prima portarli ed utilizzarli per un pò e poi parlartene per portarti l’esperienza di un utilizzo vero nel tempo e non simulato.

Ma prima di tutto vediamo insieme cosa sono.

AirTag cos’è

Gli AirTag sono dei piccoli oggetti rotondi che servono per localizzare gli oggetti a cui sono legati. Sfruttano il bluetooth di qualsiasi dispositivo Apple nelle vicinanze per mandare il segnale in rete ed essere rintracciati.

Questa è la grande differenza rispetto ad un localizzatole GPS: in pratica se viene spostato e nelle vicinanze non c’è alcun telefono, potresti non trovarlo. Ma comunque salva l’ultima posizione rilevata, quindi se lo perdi in un bosco in mezzo al nulla comunque potrai rintracciarlo. E poi, parlandoci francamente, quanti posti esistono dove non c’è neanche uno smartphone? Sono davvero pochi. Ovviamente non è un dispositivo antifurto come la stessa Apple ha dichiarato. Ma sono comunque un ottimo metodo per aiutarti a non perdere le cose a cui tieni.

Perché comprare AirTag

Comprare AirTag

È possibile acquistare la confezione con un solo AirTag e quella da 4 AirTag. Ovviamente quella più conveniente è quella da quattro ed è quella che ho acquistato io. Apple da anche la possibilità di personalizzarli con un’incisione gratuita da selezionare in fase di acquisto. Io ho preferito tenerli neutri.

AirTag come configurare

Aprendo la confezione trovi i tuoi gli AirTag e i manuali con le specifiche tecniche e la garanzia.

Per attivarlo ti basta tirare la linguetta e sentirai un suono che ti avvisa che l’AirTag è attivo.

Tenendo vicino il tuo iPhone si apre un popup per la configurazione del tuo AirTag.

Quindi ti basta cliccare connetti e selezionare il nome da associare al tuo AirTag. In seguito puoi scegliere anche un emoji da assegnare all’oggetto in modo che quando lo visualizzi sulla mappa potrai individuarlo facilmente. Dopodiché l’AirTag viene associato al tuo idApple.

Come posso utilizzare gli AirTag

Terminata la procedura di configurazione puoi iniziare a vedere quelle che sono le sue funzionalità.

Aprendo l’app dov’è ed accedendo alla sezione oggetti trovi tutti i tuoi AirTag. Selezionandone uno accedi alle diverse funzioni:

  • Vedere lo stato della batteria. Sono alimentati da delle semplici cr2032 e la durata è di circa un anno. Per aprirli ti basta ruotare la parte superiore metallica e si accede facilmente alla batteria. In ogni caso quando la batteria sta per scaricarsi riceverai una notifica che ti avvisa che la batteria è quasi esaurita;
  • Far suonare l’AirTag in modo da poterlo localizzare (si, l’AirTag emette suoni e sono abbastanza forti);
  • Puoi cercarlo: nel caso è lontano ti si apre la navigazione da mappe, ma la vera novità è che quando sei nelle vicinanze appare una freccia e la distanza da percorrere che ti permette di raggiungere l’AirTag più facilmente; E man mano che ti avvicini l’iPhone inizia a vibrare sempre più forte fin quando non trovi l’oggetto.
  • Puoi anche impostare delle notifiche quando ti allontani dall’AirTag, molto utile per non dimenticarlo quando lo poggi da qualche parte e nel caso in cui lo perdi per strada. Quindi se mentre cammini ti cadono le chiavi di casa dove hai collegato l’AirTag sarai avvisato, o se poggi il portafogli su un tavolo e lo dimentichi, quando ti allontani sarai avvisato;
  • In più puoi abilitare la modalità smarrito. In caso perdi il tuo AirTag mettendolo in questa modalità e potrai lasciare un messaggio a chi lo trova in modo da farti contattare (sperando sempre che chi lo trovi sia una persona paziente e buona). Il messaggio apparirà su qualsiasi dispositivo dotato di tecnologia NFC, quindi non solo a chi ha un iPhone, ma anche su Android.
  • E infine puoi rinominare l’oggetto o eliminarlo. La funzione elimina è importante perché un AirTag, una volta associato al proprio ID Apple, non potrà essere usato da nessun altro, anche se rimuove la batteria. Solamente nel caso lo elimini dal tuo account potrà essere usato da qualcun altro.

Accessori AirTag

Dopo averlo configurato potrai legarlo dove vuoi grazie a degli appositi accessori creati per gli AirTag. Oltre a quelli ufficiali proposti da Apple, è possibile acquistare accessori di terze parti per poter sfruttare gli AirTag.

Io ho acquistato due portachiavi e un laccetto per agganciare l’AirTag sulle mie borse o sul fodero della mia chitarra.

Per il mio portafoglio, dato che utilizzo un i-clip, mi sono fatto stampare con la stampante 3d una tessera dove posso inserire l’AirTag. Ecco il link del progetto per stampante 3D: https://www.prusaprinters.org/prints/67206-apple-airtag-iclip-card.

Ora è uscita la versione dell’i-clip che permette di mettere l’AirTag: https://amzn.to/3Euhuwm

Perché comprare AirTag: la mia decisione

Gli AirTag sono stati presentati il 20 Aprile 2021. Da amante dei prodotti Apple ero indeciso se acquistarli o meno dato che solitamente sono abbastanza attento a non perdere le cose.

Ma Il giorno dopo, appena ho finito lezione a scuola, tornando a casa mi sono accorto di non avere le chiavi in tasca. Il panico mi ha assalito. Per fortuna c’era mio fratello a casa e quindi sono riuscito ad entrare in casa. Ma comunque non sapevo dove erano finite le mie chiavi. A casa non c’erano, nei posti dove ero stato neanche, e la scuola era già chiusa. Così ho passato la notte nella paura di aver perso le chiavi e pensando di dover cambiare tutte le serrature di casa. Per fortuna il giorno dopo, alle 7:30 ero già a scuola per controllare se mi erano cadute lì. Ed infatti erano nella mia aula, cadute a terra sotto la cattedra.

Ma la paura è stata tanta così il 23 Aprile ho ordinato gli AirTag e da allora li uso sempre.

Da allora vivo più tranquillo. Quest’estate ero sempre sicuro di non perdere chiavi e portafoglio. Inoltre con questo portachiavi ad apertura facilitata, quando mi hanno dato le chiavi di B&B o di altre auto, l’ho attaccato in un attimo e così ero sicuro di non perdere nulla, anche le chiavi che non erano mie. In più d’estate uso un borsello che è sempre pieno. Così quando dovevo cercare le chiavi mi bastava far suonare l’airtag e le trovavo facilmente.

Perché comprare AirTag: dal punto di vista di un musicista

Tutti noi musicisti, quando siamo in tour, portiamo con noi il nostro strumento che ha un grande valore economico oltre che affettivo. E lo proteggiamo con il miglior fodero per evitare urti e danni. Ma la nostra paura più grande è che ci venga rubato in un attimo di distrazione. Personalmente ho paura anche quando lo lascio nella camera dell’albergo o del Bed and Breakfast. O quando siamo seduti in ristorante lo teniamo vicino e sempre a portata di mano e sotto il nostro sguardo supervisore.

Inserendo un AirTag all’interno del fodero possiamo sempre sapere dove si trova e se qualche malintenzionato prende lo strumento saremo subito avvisati con una notifica appena si allontana.

Perché comprare AirTag: dal punto di vista di un fonico o Producer

Un fonico o un producer solitamente porta con se un piccolo oggetto: l’iLok.

Questa piccola chiavetta serve per portare tutte le licenze acquistate. E spesso ce lo si porta sempre dietro per poter utilizzare i propri plugin ovunque e su qualsiasi computer

Questa chiavetta nasce come strumento portatile ed infatti ha il design per poter essere attaccato ad un portachiavi. Ma da oggi credo che oltre al portachiavi sarà meglio collegare un AirTag per tenere al sicuro le migliaia di euro di plugin acquistati con poche decine di Euro.

AirTag con iLok

Perché comprare AirTag: conclusioni finali

Ti ricordo che gli AirTag non sono un dispositivo antifurto. Se un malintenzionato si impossessa del tuo oggetto e butta l’AirTag comunque non sarà possibile rintracciarlo. Ma si sa, se un ladro ha deciso di derubarti sarà difficile fermarlo, ma è comunque importante prendere tutte le precauzioni possibili.

Però, come hai visto, l’AirTag è un semplice oggetto che ti permette di vivere la tua vita un pò più tranquillamente, soprattutto se sei una persona un pò disordinata e leggermente distratta

Io sono abbastanza ordinato e molto attento, in questi anni ho perso pochissime cose, ma mai oggetti importanti come chiavi o altro. Ma ho sempre avuto paura di perderli. E devo dire che in questi mesi trascorsi con gli AirTag ho vissuto leggermente più tranquillo con dei pensieri in meno. E con la mente libera da alcuni pensieri ho potuta occuparla con altri progetti ed impegni.

Ecco i link per acquistare gli AirTag:

  • confezione da quattro AirTag: https://amzn.to/3pMizKb
  • confezione singola AirTag: https://amzn.to/3rziprX
  • Portachiavi AirTag: https://amzn.to/3rE1CUO
  • Laccetto AirTag: https://amzn.to/3lEG3PQ
  • i-clip che permette di mettere l’AirTag: https://amzn.to/3Euhuwm

    Quindi per oggi è tutto e ti invito a seguire il mio sito www.marcellodecarolis.com, iscriverti al mio canale YouTube e seguire le mie pagine FacebookInstagramSpotify ed Amazon.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Iscriviti alla mia musical newsletter

    Rimani sempre informato sulle mie news musicali, i prossimi concerti, produzioni musicali, discografia... e anche alcuni miei consigli sulla musica, sulla chitarra battente, chitarra classica e per tutto ciò che riguarda il mondo musicale.

    it_ITItalian