Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Volt Universal Audio – unboxing e prime impressioni

Ciao, sono Marcello De Carolis ed oggi sono molto emozionato perché farò l’unboxing della nuovissima Volt 1 di Universal Audio. Inoltre vedremo come si collega al Mac e all’iPad e ti dirò quelle che sono le mie prime impressioni.

Se oggi sono qui a provare questa nuova scheda audio è grazie a Firefly Audio music shop di Potenza, il mio negozio di strumenti musicali di fiducia. Da anni compro da loro, trovando in Fabio e Rocco due eccellenti professionisti del settore, disponibilissimi al massimo e che sanno sempre consigliarmi l’acquisto migliore per me. Inoltre riescono sempre a farmi arrivare tutti i prodotti, anche quelli più particolari, in tempi celeri e a prezzi vantaggiosi. Ecco il link di Firefly, così potrai scoprire la vasta scelta di prodotti disponibili o prenotatili, e potrai acquistarli e diventare loro cliente se non lo sei già.

www.fireflyaudio.it

E se vuoi acquistare anche tu la Volt ecco i link:

Ti ricordo che Universal Audio ha creato 5 modelli di queste Volt. La grossa differenza è tra il numero di input e di output e la serie con il compressore o meno.

La volt 1 e la volt 2 hanno rispettivamente uno e due input e 2 output;

Mentre la Volt 176, Volt 276, e Volt 476, hanno rispettivamente 1, 2 e 4 input (attenzione la Volt 476 ha 4 input ma solo due sono microfoni) e a differenza dell’altra serie hanno integrato il compressore.

Il compressore di Volt

La serie Volt con il compressore ha integrato un’emulazione dell’1176, con una ratio 6:1. Si possono selezionare tre modalità di compressione: Vocal, Guitar e Fast. Selezionando queste modalità si passa da un tempo di attacco di compressione più lento (Vocal) fino ad arrivare ad uno veloce (fast). Ma non si può regolare la thresold che è regolata automaticamente in base al gain d’ingresso.

Per queste caratteristiche, personalmente, consiglio i modelli con i compressori a chi fa streaming, in modo da avere un suono ad un volume giusto facilmente e senza inserire plugin. E la consiglio anche a chi non ha voglia di fare un minimo di post-produzione dopo aver registrato.

Se invece ti diverti a fare anche un minimo di post-produzione, la serie giusta è quella senza compressore. Con questa puoi decidere il livello di compressione in post-produzione e puoi divertirti al meglio alla ricerca del tuo suono.

Ma ora passiamo all’unboxing di questa nuova Volt e in seguito la configurerò per poterla utilizzare con il mio Mac e con Logic Pro X, ma anche sul mio iPad con Garage Band.

La scatola della Volt Universal Audio

La scatola, in stile Universal Audio, fa subito presagire la qualità di questa nuova Volt. Di fronte troviamo subito la foto della scheda e la sua prima qualità: essere alimentata direttamente dal computer e la possibilità di avere un suono analogico. Inoltre ci indica il numero di input ed output e la sua compatibilità con Mac, Pc, iPad ed iPhone.

Fronte scatola Volt 1

Sul fianco inferiore troviamo le foto della scheda frontale e posteriore e tutte le sue potenzialità: qualità audio professionale; modalità del preamplificatore vintage (un’emulazione del 610 di Universal Audio); una suite di software audio inclusi; ed infine un design ispirato ai prodotti vintage.

Lato scatola Volt 1

Sul fianco laterale troviamo i software inclusi che sono: Ableton Live Lite (la versione limitata di una delle DAW più usate); il Marshall Plexi Classic Amp e il Softube Time & Tone Bundle della Softube (utile per tutti i chitarristi elettrici); il Melodyne Essential della Celemony (uno dei migliori tuner per voci);  LX480 Essentials della Relab (un ottimo Reverb); Ampeg SVT-VR Classic, Brainworx bx_tuner e Brainworx bx_masterdesk Classic della Plugin Alliance; Virtual Drummer DEEP e Virtual Bassist Dandy della Ujam; il LABS della Spitfire Audio.

Inoltre ci indica i requisiti di sistema Volt Universal Audio

  • una porta usb 2.0 o superiore;
  • cavo USB che è già incluso;
  • Processore Intel, AMD o Apple Silicon (quindi compatibile anche con i nuovi M1 di Apple);
  • in caso di PC almeno Windows 10 64-bit;
  • per macOS da 10.14 Mojave o superiore;
  • per iPad e iPhone iPadOS / IOS 14 o superiore.
Requisiti di sistema Volt Universal Audio

Dall’altro lato della scatola troviamo un QR code da poter inquadrare per accedere ad una serie di tutorial della Volt.

Aprendo la scatola

Aprendo la scatola troviamo un’altra scatola, nera, con la scritta Volt, molto minimalista. Aprendola finalmente troviamo la nuovissima Volt di Universal Audio. All’interno di una scatola più piccola troviamo un cavo USB-C USB-A per collegare la Volt e un cavo USB-A alimentatore per poter alimentare la Volt nel caso in cui non si riesce ad alimentarla con una sola connessione

Ovviamente troviamo anche i libretti di licenza e di garanzia in varie lingue.

Volt Universal Audio da vicino

La nuova Volt da vicino è davvero meravigliosa. Questa che ho provato io, la Volt1, ha delle dimensioni molto compatte, sta in una mano.

Di fronte troviamo:

  • l’ingresso combo per poter collegare sia il Canon che il jack;
  • la manopola per il Gain per regolare il livello d’ingresso;
  • il tasto Vintage che attivato emula il circuito del preamplificatore 610 di Universal Audio;
  • il tasto INST che serve per cambiare l’impedenza di ingresso nel caso si collega una chitarra o un basso;
  • tasto 48V che serve per attivare la phantom quando si collega un microfono a condensatore;
  • tasto DIRECT che ti fa scegliere se ricevere o meno il segnale del tuo strumento in cuffia;
  • manopola del monitor per regolare il segnale di uscita nei tuoi monitor;
  • manopola per regolare il volume d’uscita delle cuffie;
  • e infine l’uscita jack per le cuffie.

Sul retro della Volt ci sono: tasto d’accensione; ingresso per l’alimentatore; ingresso USB-C; uscita e ingresso MIDI; uscita dei monitor.

Prova su Mac

Collegando la scheda al Mac e accendendola, la scheda è da subito operativa, non ha bisogno di installare nessun driver e la si può utilizzare al 100% sia per ascoltare musica che per registrare con la tua DAW.

Ma scaricando il software UAConnect da www.uaudio.com/volt/start si può aggiornare il firmware e scaricare i plugin in regalo registrando semplicemente la tua Volt

UAConnect

Dopo aver scaricato ed installato il software UAConnect potrai tenere sempre aggiornata la tua Volt e potrai scaricare i plugin in regalo. Dovrai semplicemente accedere o creare un nuovo account Universal Audio, accendere la scheda che sarà letta automaticamente dal software e cliccare il tasto REGISTER

Prova su iPad

La grande novità di Volt è la possibilità di poter essere collegata sia all’iPad che all’iPhone. Puoi farlo utilizzando direttamente il cavo dei nuovi iPad o dei nuovi iPhone oppure collegando la Volt con il suo cavo ad un adattatore (clicca QUI per acquistare il mio adattatore).

La scheda sarà subito utilizzabile. Ho provato ad ascoltare musica da Spotify e a registrare con Garage Band e si riesce a fare il tutto con una semplicità estrema.

Conclusioni finali

A primo ascolto il suono è davvero meraviglioso. La qualità si sente da subito oltre a poterla toccare con mano. E la cosa straordinaria è l’uscita delle cuffie che ha un ottimo volume d’uscita e quindi, a differenza di altre schede low cost, non ha bisogno di un amplificatore per cuffie per poter sentire ad un buon volume.

Come hai visto il mondo Universal Audio è davvero speciale. Oggi abbiamo visto insieme solo una piccola parte delle numerose funzionalità di questa scheda. Se sei interessato a tutte le sue funzioni e a sapere quali sono le sue prestazioni fammelo sapere nei commenti, sarò felice di mostrarti tutte le sue potenzialità. Se hai dei dubbi o delle domande a riguardo puoi rivolgermele sempre qui sotto nei commenti.

E se vuoi acquistare anche tu la Volt di Universal Audio ecco i link:

Per oggi ti saluto. Prima però ringrazio ancora Firefly Audio music shop di Potenza che mi ha dato la possibilità di poter testare questa nuova Volt di Universal Audio.

Spero che questo mio articolo ti sia stato utile. Ti ricordo inoltre di seguire il mio sito www.marcellodecarolis.com iscriverti al mie pagine FacebookInstagramSpotifyAmazon e al mio canale YouTube. Nelle prossime settimane ti mostrerò come utilizzare la Volt per registrare e farò un confronto con la mia Apollo per capire quali sono le differenze tra queste due schede ed aiutarti nella scelta del tuo prossimo acquisto Universal Audio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla mia musical newsletter

Rimani sempre informato sulle mie news musicali, i prossimi concerti, produzioni musicali, discografia... e anche alcuni miei consigli sulla musica, sulla chitarra battente, chitarra classica e per tutto ciò che riguarda il mondo musicale.

it_ITItalian